sabato 31 marzo 2012

Secondo SAL: astuccio parallelepipedo



A dire il vero l'ho quasi terminato, manca solo l'ultima tappa...
tuttavia ci tengo a segnalarvi anche quest'altro bellissimo SAL (=progetto a tappe, seguite da colei che lo organizza) indetto da Francesca.
Anche stavolta ci si trova di fronte a delle istruzioni facili, intuitive e rapide, qualità necessarie (ma non così scontate come si può credere) per la riuscita del progetto.
Brava Francesca ^_^
Vi invito a partecipare o quanto meno a dare un'occhiata al suo blog visto che ha in programma tante idee meravigliose da condividere e da insegnare alle volenterose.


Per quanto concerne l'astuccio parallelepipedo che sto realizzando tramite il suo SAL, ho confermato la scelta delle stoffe precedenti in modo da avere, al termine di tutti i lavori, un set coordinato per il corso di cucito (o comunque dei portalavoro di cucito).
Non vedo l'ora di arrivare alle borsette/shopping bag <3 tanto che in settimana mi sono portata avanti e ho fatto scorta di stoffa fantasia fuxia (...e non solo, ahimè)!


Ora che ci penso, c'è un aneddoto comico sulle stoffe dell'astuccio...
Come detto in qualche post precedente, sto usando l'astuccio piatto al corso di taglio e cucito per contenere il materiale (forbici piccole e grandi, rocchette di filo, matite da sarta, metro, ecc); non è passato inosservato e anzi, è stato molto apprezzato dalle colleghe del corso.
L'hanno osservato, frugato, manipolato finchè qualcuna non ha chiesto: "Ma queste belle stoffe dove le hai prese?"
Domanda lecita, in quanto spesso porto stoffe (la stessa della gonna ad esempio) acquistate in internet.
Come se si trattasse dell'elenco della spesa, chiara e rapida è arrivata la risposta: "Non è difficile trovarle! Questa (1 -fantasia pink) l'ho presa al negozio Omega in via Alfa, questa e questa in cotone gabardine (2 e 3 -quadretti + monocolore gabardine rosa antico) in via Ro, nel negozio Eta e infine queste due (4 e 5 -sfondo bianco e cuori + interno fodera rosa chiarissimo) in via Sigma. Basta cercare bene e si trovano!".
Il silenzio intorno a me.
A quel punto, tra un sorriso d'imbarazzo e uno divertito, ho sdrammatizzato dichiarando la mia passione assoluta per le stoffe e che girare per Cagliari in cerca di esse era per me un piacere inaudito.
Insomma...cinque stoffe in tre negozi diversi per un unico astuccio: solo io!
Va detto che son stoffe che ho acquistato nel tempo, non sono state cercate apposta per l'astuccio...l'abbinamento fra loro è venuto spontaneo in quanto era materiale che già possedevo!

Fra loro però c'è stata una deliziosa quanto elegante signora che ha colto la mia naturale passione/ossessione per le stoffe, tanto da scoprire di averla in comune: due feticiste (essenziale toccare in un negozio tutti i tessuti che ci affascinano per constatarne la qualità e la bellezza!) a confronto che disquisiscono amabilmente sui negozi più interessanti...

     [...e troppo spesso non convenienti a livello economico...ma è risaputo, la qualità si paga]

A presto dunque con le foto dell'astuccio parallelepipedo terminato ^_*

sabato 24 marzo 2012

Smoking Bag

immagine dal web
fonte
No, non si tratta di una borsa che fuma ^^

La "Smoking Bag" è la mia borsa, pensata e realizzata per essere abbinata agli stivaletti caldissimi Benetton (stivali che mi regalai per l'Epifania!)...


Tuttavia oramai l'abbino a tutto (o quasi), la uso quotidianamente, mattina e sera!
Comodissima, grandezza media (circa 25 cm d'altezza e 35 cm di larghezza), morbida ma resistente (specie per come uso e tratto io le borse...), nasce dall'esigenza di combinare bottoni in legno al colore grigio, elementi chiave degli stivali appunto.



Parte da lì l'idea d'ingentilire questi elementi con un bel fiocco, una bella stoffa e concedere il virtuosismo della passamaneria ad ondina, la quale percorre e prosegue il percorso nero dei manici in similpelle.



L'interno, foderato con la stoffa nera a pois bianchi, oltre a presentare la classica taschina (in foto è già occupata dalla matita nera per occhi Dior e dal lip gloss alla fragola), è arrichito dalla linguetta laterale con gancetto dove poter appendere chiavi e portachiavi, astucci o qual si voglia piccola utilità.
Per la cronaca: la linguetta la realizzo sempre, esattamente per l'utilità che comporta in una borsa :)



Per quanto concerne i bottoni invece introduco un altro discorso.
Bottoni uguali o quanto meno molto simili a quelli degli stivali non c'è stato verso di trovarne e così, con tanta buona volontà e rischio, ne ho comprato un gruppo in legno chiarissimo (sembrava un colore finto tra l'altro, quasi plastico, decisamente poco adatto al mio intento) e, una volta scartavetrati, li ho tinti con il caffè.
Ho prestato grande attenzione che non si formassero ristagni a goccia e dopo solo due passate, ho ottenuto il colore desiderato.

Questo modello non ha chiusura.
In genere uso il velcro, dato che non sono ancora riuscita a trovare i bottoni magnetici (li desidero tantissimo, ma non si trovano facilmente e anche nei siti terminano subito!).
In questo caso, date le dimensioni, ho preferito lasciarla aperta in quanto rimane comunque chiusa essendo all'altezza del braccio (la chiusura?Il braccio!).

Stavolta ho usato il feltro grigio da 3 mm.
Avevo la pezza di feltro da parecchio, forse un mese abbondante, ma in tutta onestà, temevo che la Guerriera (la macchina da cucire) non ce la potesse fare (grave danno ora se mi dovesse abbandonare per sempre!).
Ma lei, Guerriera mica a caso, mi ha stupita: le è bastato l'ago magico (...per jeans) e ha portato a termine anche questo lavoro ^_^
Ovviamente qualche tentennamento c'è stato: l'ago misura 16 s'è rotto, ago adatto al cotone, alla stoffa normale, ma non per grossi strati.
E così, sempre da autodidatta (leggi: inventando), ho imparato anche a sostituire l'ago (che per carità, non ci vuole chissà quale dote, tuttavia non m'era ancora capitato!).

Smoking Bag perchè?
Perchè il risultato finale, ai miei occhi, richiama uno smoking con il papillon ^^
Tanto che risulta perfetta anche abbinata alle mie decolletè (o decoltè -che dir si voglia-) nere con fiocco...in perfetto stile casual chic <3

                                                           [...e le sigarette le fumo io, mica la borsa :p ]

immagine dal web
fonte

giovedì 22 marzo 2012

SAL terminato: astuccio piatto con pulcino

Marzo pazzo mi ha tenuta lontana dal blog per variegati e variopinti (!) motivi, per lo più positivi.
Il compleanno del mio migliore amico, il mio compleanno e la sana vita sociale mi hanno allontanato dalla vita virtuale creativa e ad esser sincera, anche dalla creatività stessa.
Certo, ho realizzato comunque qualcosa, ma non abbastanza rispetto ai precedenti mesi!
Forse è normale, forse è così che deve andare...almeno finchè il giorno sarà di 24 e non di 48 ore!
Però a dire il vero, un pochino in colpa mi sento: sopratutto perchè ora mi trovo con l'acqua alla gola per le idee e per le prenotazioni varie, tutte a modo loro, urgenti!
Il fatto è che ci metto tanto, tantissimo impegno, amore e attenzione in ogni creazione, tanto da essere (sempre e solo dal mio punto di vista) lenta nel processo di creazione.

Vedrò di recuperare quanto prima tutto, sia le foto da pubblicare sul blog (perchè comunque, nel poco tempo libero avuto, ho realizzato sempre qualcosa) che smaltire le varie prenotazioni.

Intanto vi mostro il risultato del primo SAL a cui ho partecipato:
l'astuccio piatto con pulcino indetto da Francesca


Istruzioni semplici per un bellissimo risultato ^_^
Ho imparato tanto seguendolo e di questo sono veramente grata a Francesca.
Peccato per la mia macchina da cucire: la mia guerriera, in grado di cucire anche il feltro da 3 mm (che diviene da 6 mm più stoffa quando devo ultimare il lavoro), non dispone di vasta scelta di punti e il zig zag più piccolo si rivela troppo grande per i piccoli dettagli.
Ma ai miei occhi è una guerriera lo stesso, specie di fronte ai suoi presunti dieci anni di vita ^^


L'astuccio è stato usato subito per contenere il materiale da portare al corso di taglio e cucito, quindi le foto le ho scattate con l'accessorio pieno!
Il simpatico porta-attrezzatura è stato ben gradito anche dalle colleghe del corso e ha riscosso successo :)

A presto con le altre foto ^_^